15
Products
reviewed
720
Products
in account

Recent reviews by Game Community

< 1  2 >
Showing 1-10 of 15 entries
0 of 2 people (0%) found this review helpful
0.4 hrs on record
Ero pronto a odiare questo gioco. Qui di seguito ci sono i pensieri che avevo riguardo a Total War: Warhammer prima della settimana scorsa. Non avevo passato un bel periodo con l'ultimo titolo Total War, Rome II, dal momento che l'avevo trovato gonfio, un affare senz'anima che scioglieva gran parte del buon lavoro fatto da Creative Assembly con Empire e Shogun.

Il passaggio al mondo fantasy di Warhammer poteva far perdere gran parte del fascino della serie Total War: la storia. I fan di Total War, me compreso, vanno pazzi per l'impostazione storica del gioco stesso, e vedere la serie lasciare il mondo reale era un duro colpo. Eppure eccomi qui, con il prodotto finito in mano, e ho cambiato idea. I miei dubbi non contavano nulla. Questo è il miglior gioco Total War degli ultimi anni, e temevo follemente che fosse il contrario. Recensione completa su GC Recensioni:
http://www.recensioni.gamecommunity.it/strategia-in-tempo-reale/recensioni-di-videogiochi-per-pc/recensioni-di-videogiochi-di-strategia-in-tempo-reale/total-war-warhammer-recensione-una-ventata-d-aria-fresca-per-una-lunga-tradizione
Posted September 17, 2016.
Was this review helpful? Yes No Funny
No ratings yet
1.9 hrs on record
Di sicuro non fanno più giochi come questo, ma non sono nemmeno sicuro che li abbiano mai fatti, punto. Il nuovo Doom di id Software è un'inaspettata e magistrale combinazione di frenetico sparatutto vecchia scuola, di design elegantemente moderno e dell'irriverenza tipica di questo titolo. Non mi aspettavo di vedere queste caratteristiche insieme in un altro gioco Doom.

Dopo otto anni di sviluppo da parte di id Software, un periodo che comprende l'acquisizione da parte di Bethesda, la partenza di alcuni leggendari fondatori ed un riavvio completo della stessa natura di questo gioco, si può perdonare il fatto che i fan più irriducibili di Doom abbiano avuto delle aspettative piuttosto basse. Alla luce di tutto ciò, è sorprendente vedere quanto questo gioco sia venuto bene; si tratta infatti di un titolo con una delle più divertenti ed esilaranti campagne degli ultimi anni, o forse di sempre. Recensione completa su GC Recensioni:
http://www.recensioni.gamecommunity.it/sparatutto-in-prima-persona/recensioni-di-videogiochi-per-pc/recensioni-di-videogiochi-sparatutto-in-prima-persona/doom-recensione-un-ottima-versione-moderna-di-uno-dei-primi-fps
Posted September 16, 2016.
Was this review helpful? Yes No Funny
No ratings yet
0.1 hrs on record
Transformers: War for Cybertron si propone di fare ciò che pochi giochi Transformers hanno fatto: essere un buon gioco. Meglio di buono, in effetti. Ha lo scopo di essere grande. A differenza di altri titoli precedenti, questa iterazione del franchise è stata sviluppata da veri appassionati del materiale di partenza, con rispetto, attenzione ed impegno, per fornire un prodotto di qualità.

Questa è l'intenzione, ma come ha funzionato in pratica? War for Cybertron è un prequel, ambientato nel periodo in cui i Transformers lasciarono il loro pianeta natale per arrivare sulla Terra. Durante l'apogeo della guerra civile cybertroniana, War for Cybertron si propone di spiegare e definire i molti punti chiave della trama di tutto il franchise, come ad esempio l'ascesa di Optimus Prime al potere. Anche se alcuni elementi della storia sono purtroppo trascurati, forse per vendere il romanzo di accompagnamento, va detto che la narrazione di War for Cybertron è sorprendentemente serrata, eccitante ed umoristica. Recensione completa su GC Recensioni:
http://www.recensioni.gamecommunity.it/sparatutto-in-terza-persona/recensioni-di-videogiochi-per-pc/recensioni-di-videogiochi-sparatutto-in-terza-persona/transformers-war-for-cybertron-recensione-il-miglior-gioco-transformers-attualmente-disponibile
Posted September 16, 2016.
Was this review helpful? Yes No Funny
0 of 1 people (0%) found this review helpful
0.2 hrs on record
Cave Story+ ha indubbiamente uno stile tipico dei giochi per computer e console a 8 o 16 bit, famosi durante il periodo a cavallo fra gli anni '80 e quelli '90 del secolo scorso, tuttavia il gameplay è attualissimo. Si tratta infatti di un platform in 2D, con elementi di avventura, azione, sparatutto e gioco di ruolo. La modalità storia, che presenta quattro finali diversi, è la parte principale del gioco, e ad essa si aggiungono delle sfide, il tutto rigorosamente in single player. C'è il supporto per il controller, che per funzionare a dovere richiede d'impostare i pulsanti direttamente nel gioco stesso, fra le opzioni. Ho avuto qualche problema con le levette analogiche, per cui consiglio di utilizzare il d-pad per i movimenti, se non volete usare la tastiera. Anche questa, comunque, è configurabile.

La capacità di effettuare dei buoni salti, in questo titolo, è fondamentale. All'inizio, infatti, dovrete contare principalmente su di essi, per sopravvivere fino a quando otterrete la vostra prima arma, una pistola con buona cadenza di tiro. I dialoghi fra i personaggi sono di tipo testuale, ed ogni interazione con essi e con gli oggetti si effettua premendo il pulsante che avete selezionato per la direzione "giù"; questo si applica anche per l'apertura delle porte. La storia parla di un malvagio scienziato che minaccia l'esistenza dei Mimigas, creature simili a buffi coniglietti, piuttosto espressive. La semplicità di questo gioco, però, non deve ingannare, dal momento che il gameplay acquista progressivamente una certa profondità. I particolari essenziali sono tutti ben realizzati: potete guardare e sparare verso l'alto, e non solo lateralmente, potete regolare l'altezza dei vostri salti in base a quanto tenete premuto il pulsante corrispondente, senza contare che potrete anche ottenere una sorta di jet-pack, per sfidare la forza di gravità.

Quando dovete passare attraverso l'acqua, subito compare un contatore che indica quanta aria avete ancora a disposizione: parte da 100 ma scende piuttosto rapidamente. I livelli presentano tutti una grafica diversificata, ed il level design è ben curato, anche se essenziale. Naturalmente anche questo fa parte dello stile complessivo del gioco. Il livello di difficoltà è regolabile, e corrisponde bene alla vostra scelta. La musica non è il massimo, ma anche in questo caso ricalca lo stile dei giochi di un tempo. Non si tratta comunque dell'ennesimo remake di qualcosa del passato, ma di un gioco funzionale e senza pretese che, tuttavia, riesce a divertire, e questa è la cosa più importante per un gioco come questo. Per ovvie ragioni, questo titolo funziona benissimo anche sui PC di fascia "bassa", ed occupa solo circa 200 MB di spazio su hard-disk (o SSD se siete all'avanguardia). Un attimo: ho detto "solo"? Riflettiamo un secondo sul fatto che giochi di questo tipo, ad esempio per Amiga 500, occupavano uno o due floppy disk, ossia al massimo 2,8 MB circa. Il fatto è che la risoluzione, ora, è maggiore, anche se lo stile grafico ricorda perfettamente i giochi dell'era 8 o 16 bit. A questo proposito occorre notare che fra le opzioni, oltre alla grafica in "HD", è possibile scegliere quella a risoluzione 320 x 240, per immergersi ulteriormente nell'esperienza retrò. I livelli sono ben progettati, senza ricorrere alla generazione procedurale. In questo tipo di giochi, infatti, c'è una storia ben definita, anche se è possibile fare delle scelte. Divertimento assicurato per chi è in cerca di un gioco non troppo difficile ma interessante ed avvincente.
Posted July 30, 2016. Last edited July 30, 2016.
Was this review helpful? Yes No Funny
0 of 1 people (0%) found this review helpful
0.1 hrs on record
Defense Grid: The Awakening è uno dei migliori giochi di difesa della torre o "tower defense" mai realizzati. Ad un primo sguardo può sembrare semplice e banale, ma in realtà non lo è. Si tratta di uno di quei giochi che "ti prendono" non tanto per la grafica, che è comunque buona e adatta agli scopi del gioco, quanto per il fatto di riuscire a spuntarla contro orde di alieni che sembrano stupidi, ma non lo sono poi tanto.

Lo scopo del gioco è, ovviamente, quello di difendere una "torre", che in questo caso è un raccoglitore di nuclei che forniscono energia. Questo genera delle "risorse" da impiegare per costruire le torrette difensive, ma in realtà esse vengono fornite in maniera molto limitata dai nuclei. Per ottenerle, infatti, è sufficiente eliminare gli alieni, e più sono coriacei più risorse si ottengono. Quando s'inizia a giocare, l'aspetto strategico appare piuttosto semplice, ma con il progredire del gioco moltissimi fattori possono fare la differenza fra una vittoria o una sconfitta. Si consiglia di acquistare il gioco possibilmente "in bundle" con i suoi DLC, anche perché il tutto non costa molto. In questo modo si avranno ben cinque campagne da giocare in single player: Il Risveglio, Borderlands, Resurgence, Sei un mostro e Containment. Ogni campagna presenta numerosi livelli o mappe, che possono essere a loro volta giocati in varie modalità, fra cui Storia, Sfida, A corto di munizioni, Di tutto di più (con tutte le tipologie di torrette difensive sbloccate), Nucleo congelato (i nuclei non tornano indietro quando sono stati rubati dagli alieni, anche se questi vengono eliminati), Adrenalina (alieni sempre più veloci), Orda distruttiva, Sfida con 10.000 crediti. Già, perché le risorse, in pratica, hanno la funzione del denaro, impiegato per acquistare le torrette ed aggiornarle.

Le torrette hanno tre livelli di aggiornamento e sono realizzate veramente bene; ognuna ha i suoi punti di forza e di debolezza, ed un determinato raggio d'azione. Ci sono le mitragliatrici, che sono un po' "multiuso" e molto potenti se aggiornate al livello massimo, i lanciafiamme, le apparecchiature "Tesla" che scaricano elettricità contro i nemici, i "bombardatori a concussione", i "lanciatori di sfere infuocate", le torrette "quantiche" che rallentano i movimenti degli alieni che passano attraverso il loro raggio d'azione, i lanciamissili per la difesa antiaerea (perché alcuni tipi di alieni possono volare) ed i cannoni, che sono piuttosto lenti ma potenti. Le torrette devono essere posizionate liberamente su una griglia, attraverso la quale gli alieni camminano o corrono (quelli volanti seguono delle linee aeree ben stabilite, che si possono vedere in modalità tattica). Un aspetto distintivo di questo gioco è il fatto che gli alieni possono cambiare il loro percorso in base a come vengono posizionate le torrette, nonché la loro capacità di afferrare i nuclei dai loro compagni eliminati, per dirigersi subito verso i punti di uscita, accorciando così il loro percorso senza passare per la vostra torre principale. Le mappe di questo gioco presentano almeno un ingresso, che può essere anche il punto di uscita delle orde nemiche, che arrivano a ondate. Generalmente, però, ci sono più punti di entrata e di uscita che possono essere utilizzati dai nemici.

Per quanto riguarda il livello di difficoltà, sappiate che i crediti con cui iniziate a giocare con ogni mappa sono "sufficienti", ma non più di questo, a parte la modalità con ingenti somme, che è più che altro di allenamento. Consiglio questo gioco non solo agli amanti del genere, ma un po' a tutti, tenendo presente che è stato realizzato anche un seguito: Defense Grid 2, fondamentalmente simile al primo ma con una grafica migliorata.
Posted July 30, 2016. Last edited July 30, 2016.
Was this review helpful? Yes No Funny
1 of 4 people (25%) found this review helpful
0.2 hrs on record
Early Access Review
Come gioco di corse arcade, GRIP offre dei giri da brivido e rischiosi per la salute, travolgenti, con superstrade pericolose in maniera catastrofica, nonché una sfida alla gravità. Lo sviluppatore Caged Element ha una forte ambizione di offrire un titolo che promette di portare le corse ad un livello superiore. Recensione completa su GC Recensioni: http://www.recensioni.gamecommunity.it/corse/recensioni-di-videogiochi-per-pc/recensioni-di-videogiochi-di-corse/grip-recensione-early-access-corse-futuristiche-furibonde-e-spettacolari
Posted July 2, 2016.
Was this review helpful? Yes No Funny
0 of 2 people (0%) found this review helpful
0.1 hrs on record
Se vi piacciono i giochi arcade o gli sparatutto twin-stick, potete fermarvi proprio ora! Sì, mi avete sentito, non preoccupatevi neppure di continuare a leggere oltre a quest'apertura, perché questo è perdere tempo, e sono sicuro che preferiate giocare ad un gioco incredibilmente divertente. Vedete, Assault Android Cactus è uno di quegli sparatutto twin-stick che arriva ogni tanto, e che è un esempio di come si possa rendere energizzante questo genere, con una meccanica ben implementata. Recensione completa su GC Recensioni: http://www.recensioni.gamecommunity.it/ps4/recensioni-di-videogiochi-per-console/recensioni-di-videogiochi-per-playstation-4/assault-android-cactus-recensione-uno-dei-migliori-sparatutto-twin-stick-in-circolazione
Posted July 2, 2016.
Was this review helpful? Yes No Funny
0 of 1 people (0%) found this review helpful
0.2 hrs on record
Ognuno ha un gioco che vorrebbe mettere in mostra. Un gioco che dovrebbe difendere la vostra capacità di essere dei giocatori di successo, al fine di domostrare, eventualmente, la vostra abilità superiore, l'ingegno e la pura elaborazione delle informazioni. Personalmente, sceglierei Geometry Wars, un gioco che è veramente tale, un insieme visivo di fanfare e fuochi d'artificio. Waves si differenzia da questo titolo di successo, nel suo genere, in alcuni modi che non sono visibili se non si lavora in profondità. Recensione completa su GC Recensioni: http://www.recensioni.gamecommunity.it/shoot-em-up/recensioni-di-videogiochi-per-pc/recensioni-di-videogiochi-shoot-em-up/waves-recensione-uno-sparatutto-twin-stick-arcade-con-varie-ed-interessanti-modalita-di-gioco
Posted July 2, 2016.
Was this review helpful? Yes No Funny
0 of 1 people (0%) found this review helpful
0.3 hrs on record
Early Access Review
Siamo nel 2017 e sono arrivati i Battle Royale Games. In un gioco di sopravvivenza, 16 uomini combattono fino alla morte, in modo che ne rimanga solo uno in piedi, per arrivare in cima alle classifiche di Steam. Con i giochi di sopravvivenza come DayZ che sono forse giunti alla fine della loro fama, l'azione si è spostata sul loro aspetto più frenetico ed apertamente violento. Il concetto, ispirato ai film, è stato reso popolare anche da una mod di Arma, che ha fatto abbastanza bene per ispirare la realizzazione di H1Z1. Recensione completa su GC Recensioni: http://www.recensioni.gamecommunity.it/azione/recensioni-di-videogiochi-per-pc/recensioni-di-videogiochi-di-azione/the-culling-recensione-early-access-brutalita-in-stile-arena-ma-con-la-tensione-degli-hunger-games
Posted July 2, 2016.
Was this review helpful? Yes No Funny
0 of 1 people (0%) found this review helpful
0.1 hrs on record
Grim Dawn è un RPG hack and slash, con raccolta di bottino e con una prospettiva dall'alto verso il basso. E' stato progettato da Crate Entertainment ed ha iniziato ad essere sviluppato, inizialmente, nel 2012 attraverso Kickstarter. Il gioco ha superato l'obiettivo di raggiungere i 100.000 dollari di finanziamento, e la prima versione Alpha è stata rilasciata nel mese di maggio del 2013. Il secondo capitolo del terzo atto è stato poi rilasciato nel mese di febbraio del 2015, e l'attuale versione include la classe Arcanist. Recensione completa su GC Recensioni: http://www.recensioni.gamecommunity.it/hack-and-slash/recensioni-di-videogiochi-per-pc/recensioni-di-videogiochi-hack-and-slash/grim-dawn-recensione-c-e-voluto-del-tempo-per-realizzare-questo-gioco-ma-il-risultato-e-notevole
Posted July 2, 2016.
Was this review helpful? Yes No Funny
< 1  2 >
Showing 1-10 of 15 entries